IGOR Gorgonzola Novara - l'Azienda
NEWS
08/05/2017
Igor, i 4500 del Pala Igor spingono le azzurre al 3-1 su Modena
In un Pala Igor tutto esaurito, le azzurre di Marco Fenoglio colgono un importantissimo successo per 3-1 su Modena e si portano in vantaggio per 2-1 nella finale Scudetto con le emiliane. Dopo aver ceduto il primo set, le azzurre, trascinate dai 22 punti della solita Barun Susnjar, dai 16 di una strepitosa Cristina Chirichella e dall’ottimo ingresso di Judith Pietersen (per lei 8 punti e un positivo 47% in attacco) invertono l’andamento del match e chiudono di slancio 3-1.

Fenoglio si affida a Barun Susnjar opposta a Dijkema, Bonifacio e Chirichella al centro, Plak e Piccinini in banda e Sansonna libero; Gaspari sceglie Brakocevic in diagonale alla regista Ferretti, Belien e Heyrman al centro, Bosetti e Ozsoy in banda e Leonardi libero.

Parte bene la Igor, avanti 6-2 con Plak prima della fast di Heyrman (6-5) che ricompatta lo score mentre due ace di Plak restituiscono il vantaggio alle azzurre sul 12-8. Belien mura, Bosetti annulla lo svantaggio (12-12) e tocca a Piccinini e Barun Susnjar scavare nuovamente il solco sul 17-13 con un gran diagonale che costringe Gaspari al timeout; ancora Barun Susnjar fa 21-16, Bianchini entra in battuta e ricuce lo strappo (21-21) e un’invasione regala l’inerzia alle ospiti sul 21-22. Si procede testa a testa, Piccinini annulla un set ball, poi chiude Heyrman in fast 24-26.

Novara riparte da Chirichella (3-1, muro su Bosetti, e poi gran fast per il 7-3 che costringe al timeout Gaspari) e dalla solita Barun Susnjar che prima va a segno in maniout (12-8) e poi in diagonale per il 14-10. Fenoglio inserisce Pietersen per Plak e l’olandese entra al meglio in partita siglando la parallela del 17-12, Ozsoy accorcia in pipe e il primo tempo di Belien vale il 17-16; si innesca un testa a testa rotto da un errore di Brakocevic (21-18) e ripreso dal muro di Ozsoy su Chirichella (22-21). Chirichella in fast trova il set ball, al secondo tentativo chiude Alberti (subentrata a Bonifacio) in fast (25-23).

Dentro dall’inizio Pietersen e Alberti tra le azzurre e Marcon tra le modenesi e sono le ospiti a trovare il primo break sullo 0-4 con Belien, in primo tempo. Barun Susnjar ricuce in parallela (5-5), Pietersen sfrutta al meglio una gran difesa di Chirichella (7-6) e Chirichella in fast fa 9-6; Ferretti ricuce sul 10-10, rientra Bonifacio mentre Barun Susnjar e Piccinini scavano il solco sul 16-14, con gli errori di Bosetti e Ozsoy che valgono il +4 azzurro. Ozsoy accorcia sul 21-19, Pietersen fa 23-19 in maniout e Barun Susnjar in diagonale trova il set ball, concretizzandolo subito dopo con un gran muro su Brakocevic per il 25-20.

Novara riparte fortissimo e va subito 5-1 con il muro di Barun Susnjar e poi 7-2 con l’ace della croata. Pietersen fa 8-2 dopo una gran difesa di Barun Susnjar, tra le ospiti entrano Garzaro e Bianchini ma è ancora Novara ad allungare con l’ace di Chirichella (12-4) e poi 16-6 con il muro di Piccinini su Heyrman. Piccinini in parallela avvicina il traguardo (18-8), ancora un ace di Chirichella fa 21-10 ma il muro di Ferretti su Barun Susnjar fa il break per le ospiti (22-14) che si protrae fino al 22-17 con l’errore in attacco dell’opposto croato. Garzaro mura Piccinini per il 23-19, Bonifacio conquista il match ball in primo tempo e dopo l’errore di Piccinini (24-21) è una gran diagonale della capitana azzurra a chiudere i conti sul 25-21.

La serie prosegue giovedì 11 a Modena alle 20.45: come di consueto il match sarà trasmesso in diretta su Rai Sport.

Intermedia - Agenzia di Comunicazione - Novara