IGOR Gorgonzola Novara - l'Azienda
NEWS
slideshow news igor
05/03/2018

Igor, impresa in Veneto: espugnato il PalaVerde al tie-break

Impresa veneta per la Igor Volley di Massimo Barbolini, che per la prima volta nella sua storia espugna il PalaVerde di Villorba (nei cinque precedenti, altrettante sconfitte per Novara) al tie-break dopo oltre due ore di grandissima battaglia. Uno splendido duello tra Egonu e Fabris (30 punti per l’azzurra, 31 per la croata) ha rappresentato la ciliegina sulla torta di un match di altissimo livello, dominato per due set da Novara prima della reazione delle padrone di casa. Poi il tie-break, vinto di slancio dalle azzurre che sfatano così un vero e proprio tabù.

Conegliano in campo con Fabris in diagonale a Wolosz, Danesi e Folie al centro, Bricio e Hill in banda e De Gennaro libero; Novara risponde con Skorupa in regia ed Egonu opposta, Chirichella e Gibbemeyer centrali, Piccinini e Plak schiacciatrici e Sansonna libero.

Parte bene Novara (1-4) e le azzurre sfruttano l’ottima vena di Plak per scappare 6-10 e costringere Santarelli al timeout, mentre Conegliano al rientro ricuce lo strappo con Bricio (ace, 8-10) e Hill prima dell’11-11 di Folie. Barbolini ferma il gioco e la Igor riparte (11-14) con Chirichella protagonista, le azzurre mantengono le distanze fino al 17-21 (Egonu) prima che Hill riapra la contesa con la pipe del 21-22; Piccinini mura Fabris, Gibbemeyer conquista il set ball e un errore di Hill chiude il parziale sul 21-25.

Folie (3-1) per la reazione delle venete, Plak ricuce in battuta (4-4) e innesca un testa a testa segnato dal doppio duello tra Folie e Fabris da una parte e Chirichella ed Egonu dall’altra (11-13). Piccinini allunga a muro (12-15), Danesi “stoppa” Plak e Gibbemeyer (17-16) e la neo entrata Lee firma il 19-17 in parallela; sul turno in battuta del capitano azzurro, la Igor matura però un pesantissimo 0-5 che porta Novara avanti 19-23 (muro di Skorupa) mentre Santarelli mischia ripetutamente le carte. L’Imoco resiste fino al 22-24, poi Egonu chiude in parallela: 22-25.

Conegliano si guadagna l’inerzia nel testa a testa, sul turno in battuta di Hill l’Imoco va 7-5 e il momentaneo sorpasso a muro di Chirichella (9-10) viene prontamente rintuzzato da Fabris: la croata prima fa 12-10 e poi trova l’ace del 15-12 con l’aiuto del nastro. Timeout di Barbolini ma Conegliano prosegue la propria corsa con Hill (17-13) e l’ace di Wolosz vale il 20-15 mentre tra le azzurre c’è Enright. Le venete continuano a forzare in battuta (22-16, ace di Bricio) e una fast di Danesi chiude il parziale sul 25-19.

Le venete si affidano sempre al servizio e trovano subito break importanti con Bricio (3-2, ace) e Fabris (8-4 con un servizio vincente e un errore di Egonu) ed è proprio la croata a prendersi sulle spalle l’attacco gialloblù (10-5) chiudendo uno scambio infinito. Novara fatica a reagire, Barbolini inserisce Enright ma sono le venete a macinare punti passando dal 12-8 (muro di Gibbemeyer su Bricio) al 17-9 con l’errore di Plak. Chirichella ci prova fino all’ultimo (19-14) ma dopo aver sciupato la palla del -4, Novara subisce un altro break che porta le padrone di casa fino al 24-15 con l’ace di Hill. Il set lo chiude, poco dopo, un errore al servizio di Egonu (25-16).

Novara fa il primo break del quinto set con due punti di Egonu (2-5) e dopo il timeout di Conegliano e la reazione di Fabris (3-5) arriva un altro break azzurro con le formazioni al cambio di campo sullo score di 4-8. Danesi ricuce in battuta (7-9, ace) e dopo il timeout di Barbolini e l’ingresso di Enright Novara allunga nuovamente 8-12 con Egonu a segno in parallela; due punti di Bricio (10-12), Egonu fa altrettanto (10-14, ace) e dopo l’ennesimo punto di Fabris è una diagonale a segno di Enright a chiudere il match sull’11-15. Massimo Barbolini (allenatore Igor Volley): “Credo che questa sia stata una delle partite di più alto livello dell’ultimo periodo e faccio i complimenti sia alle nostre avversarie, che hanno giocato una grande gara, sia alle mie ragazze che hanno ottenuto un altro successo importante. Una partita come questa è stata sicuramente importante anche in vista dei Playoff, rappresentando per entrambe le squadre un ottimo test”.

Paola Egonu (opposto Igor Volley): “Siamo contente per la vittoria, abbiamo giocato due set ad altissimo livello e dopo la reazione di Conegliano e due set in cui abbiamo un po’ smarrito il nostro gioco abbiamo avuto il merito di ritrovare lucidità ed energie nel momento decisivo. Credo sia un successo importante anche e soprattutto per la prestazione offerta. I miei 30 punti? Non guardo mai il mio tabellino personale, solo il risultato di squadra: nella pallavolo conta quello”.

Imoco Volley Conegliano – Igor Volley Novara 2-3 (21-25, 22-25, 25-19, 25-16, 11-15)

Imoco Volley Conegliano: Bricio 13, Fiori ne, Lee 1, Cella, Folie 9, Melandri ne, De Gennaro (L), Danesi 11, Fabris 31, Wolosz 4, Hill 13, Nicoletti 1, Bechis. All. Santarelli.

Igor Volley Novara: Vasilantonaki, Camera ne, Plak 14, Gibbemeyer 11, Enright 4, Skorupa 1, Bonifacio ne, Chirichella 13, Sansonna (L), Piccinini 1, Zannoni, Egonu 30. All. Barbolini.
PRIVACY POLICY

Intermedia Agenzia di Comunicazione