IGOR Gorgonzola Novara - l'Azienda
NEWS
slideshow news igor
26/01/2018

Igor, vittoria 3-1 su Prostejov nella prima casalinga di Champions

Importantissima vittoria per la Igor Volley di Massimo Barbolini, che vince 3-1 la prima sfida interna di Champions League e conquista il secondo posto temporaneo nella pool con un ruolino di due vittorie e una sconfitta. Dopo due set praticamente perfetti, le azzurre hanno subito il rientro delle ceche nel terzo parziale (complice un calo della seconda linea) per poi chiudere, grazie al decisivo parziale di 11-0 conquistato sul servizio di Enright, il match nel quarto parziale.

Igor in campo con Egonu opposta a Skorupa, Chirichella e Gibbemeyer al centro, Enright e Plak in banda e Sansonna libero; Cada sceglie invece Horka in diagonale alla regista Weiss, Trnkova e Herelova centrali, Kossanyova ed Emonts Weihenmaier schiacciatrici e Kovarova libero.

Parte bene la Igor, che fa il primo break con Egonu (3-1) e passa avanti 8-5 al primo timeout tecnico con Gibbemeyer; due ace di Egonu incrementano il gap (11-6) e costringono Cada al timeout, altrettanto succede poco dopo con due muri in successione di Gibbemeyer (14-7) con le azzurre che “doppiano” le avversarie anche al secondo timeout tecnico (16-8). Egonu macina punti, Enright scappa via 23-12 e ancora l’opposto azzurro, a segno in diagonale, conquista il set ball sul 24-12: al primo tentativo utile chiude Enright, a segno in parallela (25-12).

Novara riparte forte con il muro di Enright su Trnkova (5-3) che viene sostituita da Tomasekova, Egonu firma l’8-4 al primo timeout tecnico e poco dopo un tocco a rete di Gibbemeyer costringe Cada al timeout sull’11-5. Non si ferma la Igor, che prosegue con Plak (14-6) e una fast di Chirichella (16-8), mentre un nuovo muro di Enright su Horka vale il 20-10; Enright avvicina il traguardo (lob, 23-11) e un ace di Egonu porta la Igor sul 2-0 (25-13).

Prostejov riparte con Herelova in sestetto e si porta subito avanti 2-5 e poi 5-8 (Emonts Weihenmaier) al primo timeout tecnico, con un muro su Enright che costringe Barbolini al primo timeout sul 6-11. Plak e Chirichella (11-12) ricuciono lo strappo, ma due punti di Kosanyiova (diagonale vincente e poi ace) riportano le ceche sul 13-17 con l’errore di Egonu che manda le ospiti sul +5. Le distanze rimangono invariate, con Emonts Weihenmaier che conquista il set ball sul 18-24; Novara reagisce quando è ormai troppo tardi, rientrando in gioco fino al 22-24 prima che Horka trovi la diagonale millimetrica del 22-25.

Si riparte testa a testa e l’ace di Kossanyiova (4-6) mette i brividi alla Igor, scatenando però la reazione veemente delle azzurre che sfruttano il turno in battuta di Enright per firmare un clamoroso 11-0 di parziale (15-6) con due ace della portoricana e due gran muri di Gibbemeyer. Emonts Weihenmaier “spezza” il break, Plak fa maniout e manda le squadre al secondo timeout tecnico (16-7), poi un ace di Gibbemeyer e un muro di Chirichella mettono al sicuro il parziale (19-7). Emonts Weihenmaier prova a riaprire il match (19-10) ma Chirichella (muro e poi primo tempo) riprende il ritmo (23-11) ed Enright conquista il match ball con la diagonale del 24-12: Horka annulla due volte (maniout e ace, 24-14), poi spedisce out il servizio per il 25-14 Igor.

Lauren Gibbemeyer (centrale Igor Volley Novara): "Quando giochiamo al nostro meglio, non è facile per nessuno batterci ed è quello che abbiamo fatto per tre set su quattro del match. Abbiamo avuto un piccolo momento di difficoltà nel terzo parziale, per il resto abbiamo disputato una partita di alto livello in tutti i fondamentali, conquistando una vittoria importante. I nostri avversari? Non molleranno certo, il ritorno a Prostejov sarà un'altra battaglia da combattere e vincere".

Kathleen Weiss (palleggiatrice Agel Prostejov): "Ci manca qualcosa per competere fino in fondo con Novara, abbiamo vinto un set come nei match precedenti e questo è un risultato positivo da cui ripartire in vista del girone di ritorno. Dobbiamo crescere se vogliamo conquistare punti. Novara? Ha dimostrato di essere più stabile di noi, al di là delle differenze che ci possono essere a livello tecnico o fisico".

Igor Volley Novara – Agel Prostejov 3-1 (25-12, 25-13, 22-25, 25-14)

Igor Volley Novara: Vasilantonaki, Camera ne, Plak 16, Gibbemeyer 13, Enright 14, Skorupa, Bonifacio ne, Chirichella 11, Sansonna (L), Piccinini, Zannoni, Egonu 17. All. Barbolini.

Agel Prostejov: Kossanyiova 11, Horka 15, Trnkova, Weiss, Tomasekova 1, Herelova 7, Weidenthalerova ne, Kovarova (L), Nova, Zatloukalova, Slavikova, Emonts Weihenmaier 13. All. Cada.
PRIVACY POLICY | COOKIE POLICY

Intermedia Agenzia di Comunicazione